News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

ANDIAMO A…Fano

fanostadio2Fano, antica città di fondazione picena poi importante centro romano, conosciuto come Fanum Fortunae, ospita per la terza volta nella storia gli arancioneroverdi. La prima volta risale allo storico campionato di C1 1990/91. La sfida, giocata il 5 maggio 1991, vide il Fano prevalere per 1-0 grazie ad una rete su rigore segnata da Leonardo Rossi, di fronte ad oltre 300 tifosi unionisti scesi dalla laguna.  Ventun’anni esatti dopo, il 5 maggio 2013, in piena volata play off, l’Unione vince con uno scoppiettante 5-4, con poker di D’Appolonia e rete del definitivo vantaggio di Maracchi, e ben 6 dei complessivi 9 gol segnati dal 70’ all’83’. Sul piano culturale la pittoresca cittadina gardesana, ricca di testimonianze storiche ed artistiche, merita una visita. Ci accompagna alla scoperta di Fano il nostro Alberto Fiorin…

fano4

Galvanizzati dai risultati lusinghieri delle ultime uscite fuori casa, nonché dalla brillante posizione in classifica, per noi tifosi appassionati continuare il filotto di trasferte è una grossa tentazione , anche perché gli stimoli sono sempre molteplici.

In più si aggiunga il fatto che si torna a giocare (finalmente) nel giorno tradizionalmente dedicato alla consacrazione del Dio Eupalla, la domenica. Non chiamateci nostalgico, ma era veramente ora e tempo…

fano2

Domenica 4 dicembre ci trasferiamo momentaneamente nelle Marche, in provincia di Pesaro-Urbino, esattamente a Fano, bella cittadina adagiata sull’Adriatico mare, palpitante di storia, di cultura, di papi, di anarchismo, di motori (la Tavullia di Valentino Rossi è a una trentina di chilometri, il circuito di Misano Adriatico a quaranta…), terra che merita assolutamente una nostra visita.

Se già nell’Età del Ferro c’erano degli insediamenti umani, è al tempo dei Romani che Fano ebbe la sua espansione, ed è proprio a quel periodo che deve la sua fortuna, tanto che era chiamata Fanum Fortunae, per il tempio della Fortuna eretto a ricordo della battaglia vittoriosa contro il cartaginese Asdrubale nel 207 a. C.

fano5

La sua fortuna era per l’appunto dovuta alla sua posizione strategica, situata com’era a un capo della Via Flaminia e quindi cruciale cerniera tra Roma e la Gallia Cisalpina; per molto tempo giocò un ruolo importante nell’antica Roma, finché non fece parte della Pentopoli Marittima assieme a Ancona, Senigallia, Pesaro e Rimini. Quindi passò sotto i Longobardi e i Franchi per finire in dono nel 999 d.C. al Papa, poi fu comune autonomo, passò sotto gli Este, i Malatesta, i Montefeltro.

Il monumento più rappresentativo è certamente l’Arco di Augusto, principale portale d’accesso alla cittadina, seguito a ruota dalla spettacolare cinta muraria che contiene la tipica struttura urbanistica romana con tanto di cardo e di decumano: uno splendido tuffo nella storia.

fano3

Fano è tutt’oggi la terza città delle Marche per numero di abitanti (circa 60.000) dopo Pesaro e Ancona ed è famosa anche per il suo carnevale, ritenuto il più antico d’Italia. Come assai antica è la storia dell’Alma Juventus Fano, l’anno di fondazione è il 1906, ma per nostra fortuna in questi ultimi anni i granata stanno perdendo qualche colpo tantoché si trovano nella parte bassa della classifica.

Chissà che il colpo non riesca a noi e che si riesca ad espugnare anche lo stadio marchigiano, intitolato a Raffaele Mancini, che si trova in Via Arturo Toscanini 12, in Borgo Metauro.

Certo, sappiamo bene che nel calcio non si può sempre vincere e che a volte è bene anche accontentarsi di un pareggio, ma si sa anche che l’appetito vien mangiando….

LO STADIO

Dal più antico “Piazza D’Armi”, per passare al “Campo sportivo” di via Mazzini e al “Tre Noci”, è nel 1930 che l’Alma Juventus Fano approda al “suo” stadio: inaugurato nel 1930, chiamato inizialmente “Polisportivo Borgo Metauro”, fu poi intitolato a Raffaele Mancini, giocatore fanese dell’albo d’oro della squadra. Oltre alla tribuna centrale coperta, alla gradinata e al confinante settori ospiti, lo stadio possiede una grande curva dove si riunisce il tifo organizzato granata. Attualmente l’impianto è capace di ospitare 8.800 spettatori (di cui attualmente solo 4.046 agibili).

fano stadio

Una delle caratteristiche dell’impianto è l’imponente complesso di edilizia popolare a forma di imbuto che incombe sulla gradinata.  Prima della costruzione della curva, e del settore ospiti, era uno stadio particolarmente difficile per i tifosi avversari.

INFO BIGLIETTI

I tifosi arancioneroverdi potranno acquistare i biglietti per il settore ospiti (800 posti) al costo di 12,00 € + diritti di prevendita. Il circuito di vendita abilitato è Booking show (www.bookingshow.it). Due i punti vendita in provincia di Venezia:  Brokers della Vacanza, via porta Est 20, Marcon . LG8 Trave, via risorgimento 20, San Donà di Piave

La società Alma J. Fano aderisce al progetto dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni “porta un amico allo stadio”.

Si avvisano i tifosi arancioneroverdi che il giorno della partita non sarà possibile acquistare il biglietto per il settore ospiti ai botteghini dello stadio.