News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

Corriere: Il Venezia nell’arena di Ascoli Fiorin-Inzaghi è sfida tra amici

Presentazione della partita odierna curata da Dimitri Canello

Trasferta al Del Duca, Superpippo ritrova il suo «mentore» al Milan

Fulvio Fiorin contro Filippo Inzaghi. Può sembrare un faccia a faccia apparentemente insignificante, ma andando a scavare dietro le quinte e nella carriera di Superpippo, si scopre che Ascoli-Venezia non può essere una partita come le altre.

Fiorin, attuale guida tecnica dell’Ascoli, fu una sorta di «mentore» nel momento in cui Inzaghi appese le scarpe al chiodo e intraprese la carriera di allenatore delle giovanili del Milan. Oggi alle 15 al Del Duca si ritroveranno di fronte, in un faccia a faccia dai contenuti agonistici davvero stuzzicanti, due allenatori diversi come età, background e impostazione, ma legati a doppio filo. Il Venezia proseguirà nella ricerca quasi ossessiva di un equilibrio fra efficacia e bel gioco, considerato che Joe Tacopina non è uno che si accontenti. «Mi fa molto piacere ritrovare Fulvio — ha ammesso Inzaghi — che mi ha insegnato tanto e che è stato un mio grande insegnante di calcio, che ho avuto come secondo negli Allievi e nella Primavera e come collaboratore della prima squadra al Milan».

Ieri, nella tradizionale conferenza stampa della vigilia, Fiorin ha ricambiato l’assist, rilasciando dichiarazioni al miele nei confronti del collega: «C’è stima e amicizia con Inzaghi — ha sorriso l’allenatore dell’Ascoli — l’ho visto crescere come allenatore al Milan e sono contento dei risultati che sta ottenendo. Affronteremo la difesa migliore del campionato e non sarà facile scardinarla. Noi abbiamo l’obiettivo di migliorare gara dopo gara, siamo un po’ penalizzati dal punto di vista di posizione in classifica e risultato, il sistema di gioco che stiamo utilizzando ci sta dando garanzie e certezze. La formazione? Bianchi e D’Urso nel ruolo di mezzala non hanno ancora la condizione per poter fare 90 minuti». A proposito di formazione: Inzaghi ieri ha provato un undici molto simile a quello che ha battuto il Carpi, alternando a centrocampo Suciu e Pinato, che potrebbe scalzare dal ruolo di titolare l’ex Pordenone.

Davanti non sembra ancora il momento giusto per vedere Alex Geijo dal primo minuto, anche se lo spagnolo sta crescendo di condizione di settimana in settimana. «Sono stato quasi un mese senza allenarmi — ammette il centravanti arancioneroverde — ma adesso sto bene e sono quasi pronto». Davanti, però, dovrebbe toccare ancora al duo Zigoni-Marsura: quest’ultimo, a detta stessa di Inzaghi, ha sfruttato come meglio non avrebbe potuto la chance con il Carpi. E Superpippo certi particolari li nota, premiando la meritocrazia.