News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

CORRIERE VENETO “Azionariato popolare per ampliare il centro Taliercio”

Si presta a diverse letture la proposta di equity crowdfunding lanciata dal presidente Tacopina per finanziare l’ampliamento del centro sportivo Taliercio. Secondo Matteo Valente del Corriere del Veneto si tratterebbe addirittura di un virtuoso esempio di “azionariato popolare”, nonostante le proposte in tal senso formulate da VeneziaUnited siano state respinte come “non praticabili” dalla società non più tardi di un anno fa:

Venezia, via all’azionariato popolare «Finanzierà i campi di allenamento»

Calcio, parte un sondaggio online per chiedere ai tifosi quanto vogliono investire

di Matteo Valente

In inglese viene definito «equity crowdfunding». Più semplicemente è il tanto apprezzato «azionariato popolare». Dopo aver conquistato la Serie B, il Venezia inizia a guardare al futuro della società: un avvenire destinato a coinvolgere i tifosi, non solo come pubblico, ma come parte del club. Ecco dunque l’idea del crowdfunding, pratica di finanziamento che si basa sulla raccolta di fondi da un vasto numero di persone, generalmente online.

In cambio di un contributo o un investimento in una compagnia o progetto, i sostenitori ricevono ricompense esclusive in merchandising o un ritorno finanziario o anche la cessione di quote. La società arancioneroverde ha così deciso di lanciare un sondaggio che sottenderà al lancio di una campagna di «equity crowdfunding» nella quale i tifosi del Venezia Fc avranno l’opportunità di acquisire delle azioni del club e contribuire così alla sua crescita.

«Siamo tutti tifosi del Venezia Fc – ha dichiarato il presidente Joe Tacopina – Per questo voglio al mio fianco in questo emozionante percorso tutti i tifosi arancioneroverdi. L’obiettivo è quello di lanciare la miglior campagna di “equity crowdfunding” possibile e per questo è fondamentale avere la vostra opinione prima del lancio».

Il progetto completo verrà svelato nelle prossime settimane, periodo durante cui il club lagunare raccoglierà le prime risposte dai tifosi che potranno acquistare delle quote nel club e dare il proprio sostegno finanziario allo sviluppo del centro sportivo al «Taliercio». Dice il sondaggio a cui sono invitati a partecipare i tifosi: «Avere infrastrutture di livello mondiale sarà una delle basi per il successo futuro della prima squadra». L’obiettivo della campagna di «equity crowdfunding» è la realizzazione di due campi di allenamento all’avanguardia.

Ai tifosi verrà chiesto quanto saranno disposti a investire, da 100 euro fino a più di cinquemila euro. Il progetto di azionariato popolare è già stato lanciato da diverse realtà sportive, da ultimo proprio il Parma, avversario del Venezia nel girone B di Lega Pro, ma anche in altri sport, specialmente il basket, con Pesaro e Treviso che hanno realizzato progetti all’avanguardia.

Sarà interessante capire quale sarà la risposta dei tifosi, soprattutto quella degli oltre 1.100 aderenti a VeneziaUnited, associazione fondata il 30 giugno del 2010 con lo scopo di costituire una società partecipata, «public company», in seno al proprio club calcistico di riferimento.

Sempre in merito al rapporto con i tifosi, oggi alle 18.30, i supporters arancioneroverdi potranno salutare la squadra, lo staff tecnico e tutti i collaboratori del Venezia Fc.

Lo storico speaker del club Paolo Zago, chiamerà (sul campo A-sintetico) uno ad uno i protagonisti di questa splendida stagione. L’evento è aperto a tutti e sarà presente sugli spalti la Curva Sud.

La festa vera e propria per la promozione in B sarà invece a fine stagione.

corven210417