News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

Gazzettino: SUCIU: «UMILTA’ E FAME PER SBANCARE CITTADELLA»

Marco De Lazzari presenta la partita di oggi

Il centrocampista del Venezia è contento di tornare subito in campo per il derby
«La nostra attenzione dovrà essere al top contro un team granata molto propositivo»

Venezia all’esame-Cittadella per restare in vetta dimostrando di non soffrire affatto di vertigini. Turno infrasettimanale per la Serie B che stasera, nell’undicesima giornata di andata, chiama gli arancioneroverdi al primo round dell’unico derby veneto del campionato. Al Tombolato (ore 20.30) il team di Pippo Inzaghi ha tutte le intenzioni di tenere il ritmo forsennato delle ultime settimane. Un bottino di 10 punti su 12 nelle quattro gare più recenti (contro i 7 delle prime sei), un trend da grande a maggior ragione dopo che tre giorni fa il gol di Moreo all’Empoli all’87’ ha consentito un sorprendente aggancio in vetta agli stessi toscani. E sabato al Penzo arriverà il quotatissimo Frosinone (ore 15), prima però c’è Cittadella da scardinare. «Dopo l’immeritata sconfitta casalinga con il Parma siamo riusciti ad inanellare una serie di prestazioni importanti fa il punto della situazione Sergiu Suciu riuscendo, dopo averla sfiorata anche ad Ascoli, a trovare subito un’altra vittoria. Un 1-0 che pesa e vale molto, perché ottenuto contro un Empoli che è tra le squadre più forti del torneo. Va tutto bene, ma detto ciò abbiamo subito iniziato a guardare avanti». Al centrocampista rumeno, fortemente voluto da Inzaghi tanto da insistere con l’ex ds Perinetti per strapparlo al Pordenone, non dispiace potersi godere per così pochi giorni il co-primato in classifica. «Meglio restare sul pezzo e giocare subito, una partita peraltro difficile e importante come quella che ci aspetta questa sera, il bello del calcio è proprio questo. Non guardo agli alti e bassi del Cittadella, perché è un avversario che anche quest’anno sta facendo un campionato importante. Proprio perché ha perso a Bari (4-2 il passivo, ndr) la nostra attenzione dovrà essere al top contro i granata che fanno un gioco molto propositivo, soprattutto in casa. Restando poi al centrocampo penso che Iori sia uno dei migliori della B, non solo per esperienza». Di recente la staffetta dell’ex Torino con Pinato, sia dall’inizio del match (Ternana e Ascoli), sia in corsa (Carpi ed Empoli) è diventata una mossa classica ed efficace da parte di mister Inzaghi. «Il Venezia è attrezzato in tutti i reparti e questo è un bel punto di forza, personalmente invece non parlo di me ma penso solo alla squadra. Stiamo riuscendo a rendere partecipi i nostri tifosi, il loro entusiasmo sta crescendo e avvertiamo questa positività. Per questo con umiltà e fame dobbiamo affrontare un derby bello e speciale come quello di stasera».

Verso il turnover. Spazio davanti a Geijo e Moreo

Possibile turnover in attacco nel Venezia che va a Cittadella con almeno 800 tifosi al seguito. Dopo l’allenamento di
ieri pomeriggio mister Inzaghi ha convocato tutti i 25 giocatori, compresi Soligo e Mlakar che contro l’Empoli erano stato sacrificati in tribuna, unici con Fabris ancora senza minuti. In avanti il tecnico lagunare potrebbe rispolverare Geijo-Moreo, coppia titolare in Lega Pro, facendo rifiatare Zigoni e Marsura per il Frosinone. Anche sulla fascia sinistra Del Grosso può alternarsi a Garofalo, da definire se in mediana ci sarà la prima vera chance per Signori.
«Derby o no ci aspetta una gara complicatissima perché il Cittadella è una grande squadra, organizzata, basta pensare che ha vinto ad Empoli – l’Inzaghi-pensiero –. È importante recuperare prima di tutto le energie, chiaramente farò qualche cambio perché la rosa me lo permette. Trovare un altro risultato positivo sarebbe importantissimo, io continua a guardare le prestazioni e non la classifica».
INCROCI – Siede dietro la scrivania l’ex più significativo, il dg granata Stefano Marchetti, attaccante lagunare a cavallo della fusione: al suo attivo 21 gol e la promozione in C1 col VeneziaMestre nell’87/88. Ex in campo è invece il portiere Alfonso, 7 presenze in arancioneroverde nella Pro1 2007/08 in alternanza con Aprea e Lotti. In Serie B l’ultimo precedente è del 2000/01 e all’Euganeo il Cittadella di Glerean vinse 2-1, con i futuri lagunari Turato (attuale
mister del Venezia Under 15) e Sturba a vanificare il momentaneo pari di Maniero.
AL TOMBOLATO– Biglietteria del settore ospiti chiusa oggi allo stadio Tombolato, quindi in curva nord potrà entrare solo chi ha sfruttato la prevendita terminata ieri sera. I tifosi di Venezia e provincia potranno però accedere agli altri settori a prescindere dal possesso o meno della Supporter Card-Tessera del Tifoso e del comune di residenza: tribuna coperta est (distinti) 14 euro, tribuna laterale scoperta 25, tribuna centrale coperta 35, tribuna vip fedelissimi 50, tribuna vip autorità 70.
AL PENZO – Attiva la prevendita per Venezia-Frosinone di sabato al Penzo (ore 15) su www.vivaticket.it, agli sportelli Venezia Unica e nella sede del Venezia a Mestre (viale Ancona 43): curva sud 14 euro (10 ridotto donne e under 30), distinti Solesin 20 (14), tribuna laterale 35 (30),tribuna centrale 55 (40).