News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

IL GAZZETTINO «Arbitri, Perinetti attacca il “protagonismo” dei fischietti»

In casa VeneziaFC non si riesce a godere appieno del titolo di Campione d’inverno: dopo le parole polemiche di mister Inzaghi nel dopopartita, arrivano gli strali di Giorgio Perinetti contro l’atteggiamento degli arbitri al Penzo. Parole dure, che non mancheranno di gettare benzina sul fuoco, quelle raccolte da Marco De Lazzari per Il Gazzettino in edicola oggi:

Il ds pensa intanto a un paio di ritocchi

Perinetti: «Al Penzo penalizzati dagli arbitri»

di Marco De Lazzari

Primo in classifica al giro boa eppure con l’amaro in bocca. Sentimenti contrastanti per il Venezia dopo il rocambolesco 3-3 con la Maceratese, perché se da un lato il pareggio è bastato per scongiurare il sorpasso da parte della Reggiana (ieri peraltro sconfitta 0-2 nel derby con il Parma), dall’altro ha il sapore dell’occasione mancata.
Per non parlare del malcontento esternato anche da Pippo Inzaghi nei confronti di almeno un paio di decisioni dell’arbitro Sozza di Seregno.
«Il mister ha fatto bene a protestare – concorda il ds Giorgio Perinetti – perché sia nel caso del gol annullato a Geijo per un non-fallo di Moreo sul portiere, sia nel non-fallo da rigore di Stulac, l’arbitro ha fischiato la confusione e non si capisce cos’altro. In 19 giornate abbiamo subìto davvero troppi episodi contrari ed è ora di alzare la voce. Gli errori fanno parte del calcio e li accettiamo, al contrario del persistente atteggiamento degli arbitri che, soprattutto al Penzo, sembrano volersi esaltare dimostrando anche contro la verità oggettiva degli episodi di non subire alcun condizionamento dal Venezia e da Inzaghi. Questo atteggiamento non ci sta bene ed è una prevaricazione bella e buona».
Una vittoria contro la Maceratese gettata sprecando l’inverosimile e nonostante un doppio vantaggio sul 2-1 e sul 3-2 avrebbe consentito un prezioso mini-strappo nei confronti di Pordenone e Padova (fermate a loro volta sul pari).
Propositi rinviati agli ultimi 180′ del 2016 contro avversari di fondo classifica, venerdì a Forlì (ore 16.30) e sette giorni dopo al Penzo con il Mantova (ore 16.30).
«Mi avessero detto in estate che saremmo stati campioni d’inverno avrei firmato subito, ma è vero che il nostro bottino avrebbe potuto essere più corposo perdendo qualche punto in meno in casa. Domenica ci mancavano Domizzi e Modolo, i centrali titolari, qualcosa di troppo abbiamo concesso e siamo stati puniti. Al contempo abbiamo creato più di altre volte e con un gioco fluido. Essere primi era quello che volevamo, bisogna continuare per esserlo tra altre 18 partite».
Positivi gli attesi gol degli attaccanti Marsura, Moreo e Geijo.
«Geijo ha avuto un grande impatto in corsa, aveva segnato due e non una sola volta ribadisce Perinetti . In generale sono ottimista, ottenere il massimo tra Forlì e Mantova sarà comunque fondamentale. Il mercato? Abbiamo già iniziato a ragionare, a fine mese tornerà il presidente Tacopina e dopo la gara col Mantova lavoreremo ad uno-due ritocchi».

LA SQUADRA Il 30 contro Mantova si anticipa alle 16.30

Occhi puntati sui possibili rientri in difesa

Altro anticipo di orario per il Venezia. Gli arancioneroverdi, infatti, giocheranno alle ore 16.30 anziché alle previste 18.30 entrambe le prime due gare del girone di ritorno, venerdì 23 dicembre a Forlì (stadio Morgagni, arbitro Balice di Termoli) ma anche venerdì 30 al Penzo contro il Mantova.
Archiviato il 3-3 con la Maceratese ieri mattina al Taliercio seduta defaticante per i ragazzi di Pippo Inzaghi e occhi puntati sulla difesa, orfana l’altro ieri di tre pedine: Domizzi lavora gestendo il dolore per la frattura al mignolo del piede destro, Modolo ha un problema al retto femorale e ha corso a parte, Baldanzeddu invece dopo un fastidio al ginocchio oggi dovrebbe rientrare in gruppo (al pari di Fabiano).
Intanto Marsura e Acquadro hanno raggiunto Pederzoli in diffida e al prossimo cartellino scatterà la squalifica, appena scontata da Bentivoglio che torna a disposizione contro il Forlì degli ex Bardelloni, Tonelli e Capellini. Quest’ultimo domenica ad Ancona ha firmato l’1-0 che ha consentito ai romagnoli di abbandonare l’ultimo posto in classifica.
Oggi una rappresentanza della squadra sarò al reparto di Pediatria dell’Ospedale di Venezia per consegnare dei regali ai bimbi ricoverati e domani farà tappa all’Ospedale di Mestre.
Sempre oggi il Venezia presenterà il nuovo programma internazionale di membership rivolto a tifosi e turisti.