News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

IL GAZZETTINO “Il sogno di Facchin: tre punti col Modena per allungare sul Parma”

La presentazione del match di oggi al Penzo sulle pagone de Il Gazzettino, curata da Marco De Lazzari. Intervista al rientrante Facchin, ultime notizie dal Taliercio e uno sguardo agli avversari, questi i tre articoli da leggere:

Il portiere rientra dalla squalifica oggi contro il Modena al Penzo e spera di allungare sul Parma

Facchin: «Sferriamo la mazzata»

Marco De Lazzari

«Tutte le nostre inseguitrici si aspettano uno scivolone anche dal Venezia. Noi quindi è proprio adesso che dobbiamo dare un altro segnale di forza per indebolire le loro speranze».
Quanto a grinta non è secondo a nessuno Davide Facchin, il portierone arancioneroverde che oggi al Penzo contro il Modena (ore 16.30) si riprenderà il posto da titolare, dopo aver saltato la trasferta di Teramo a causa della squalifica seguita al suo applauso alla curva della Sambenedettese.
«Ovviamente sono pronto a rientrare dopo esser stato al centro di un episodio che è meglio non commenti esternando tutto quello che penso. Dico solo che la mia colpa – il rammarico di Facchin – è quella di credere ancora in certi valori che invece non esistono più. Io sono genuino, se c’è un avversario, giocatore o tifoso degno di un complimento perché non dovrei riconoscerglielo? Solo questo era il mio applauso a San Benedetto, ad ogni modo è acqua passata».
L’attualità è un Modena in risalita ma ancora ai margini dei playout.
«All’andata vincemmo in un loro momento di difficoltà, ma l’organico del Modena vale tranquillamente i playoff. Se a ciò aggiungiamo un allenatore come Capuano, che sul piano del gioco difensivo non deve imparare niente da nessuno, ecco allora che dobbiamo aspettarci una gara molto tosta».
Il Venezia deve continuare a battere il ferro, visto che il Parma (ora a -5) non avrà vita facile a Mantova senza il suo bomber Calaiò.
«Per la prima volta giocheremo sapendo il risultato del Parma e anche questa sarà una prova – sottolinea il numero uno lagunare -. Con il nostro allungo in vetta è chiaro che le altre non saranno al top sul piano del morale, per questo dobbiamo vincere ancora per dar loro un’altra mazzata».
Nelle ultime gare, compresa la Coppa Italia col Padova, il Venezia è finalmente riuscito a chiudere le partite.
«Abbiamo preso ancor più consapevolezza, dopodiché a fare la differenza è pure la fortuna, che non ci sta regalando nulla ma quantomeno non ci danneggia come nel girone di andata con i 14 pali colpiti. Con qualche legno in meno avremmo un vantaggio ancora più ampio, però l’obiettivo pratico è continuare già oggi a sfruttare gli episodi come fanno le grandi squadre».

gazz120317LA SQUADRA

Confermata la mediana, Cernuto in difesa

È reduce dal suo miglior filotto di vittorie e cerca il sesto successo di fila un Venezia che, nel 2017, ha frenato solo nel 2-2 casalingo con il Parma.
A sette giorni dal 4-1 di Teramo che ha regalato il primo vero strappo (+5 sui ducali e +8 sul Padova) il team di Pippo Inzaghi ospita il Modena ore 16.30 con l’obiettivo di prolungare il periodo magico.
Archiviata la serata di gloria di Coppa Italia (3-1 al Padova e finale col Matera conquistata) nella formazione tornano quasi tutti i titolari.
Tra i pali Vicario restituisce il posto a Facchin, in difesa Cernuto favorito su Malomo per sostituire lo squalificato Modolo al fianco di Domizzi, mentre spingeranno Zampano e Garofalo sulle fasce. A centrocampo conferma del terzetto Falzerano-Bentivoglio-Soligo (Acquadro è acciaccato) come in attacco per Moreo-Geijo-Marsura (22 reti in tre finora).
GEMELLI Gli ultras arancioneroverdi e un centinaio di fratelli del Modena invitano tutti i tifosi al Forte Gazzera (ore 11) per rinnovare il trentennale gemellaggio tra le due curve sud. A fine pranzo partenza verso il Penzo con barca da punta San Giuliano (5 euro andata/ritorno, info al 3428347474).
Il servizio acqueo della società da punta San Giuliano prevede tre corse alle ore 14.45, 15 e 15.15 (3 euro andata/ritorno parcheggio escluso).

L’AVVERSARIO

Con Capuano schieramento ermetico

Il Modena viaggia a velocità doppia rispetto al girone di andata, quando il Venezia passò al Braglia in rimonta con Geijo e Modolo. In quella gara il momentaneo vantaggio di Bajner fu il primo gol stagionale di una punta gialloblù, ma l’ungherese a gennaio si è svincolato. Da dicembre però il Modena ha cambiato decisamente passo, merito dell’arrivo in panchina di Eziolino Capuano (ex Arezzo), nella cui gestione i canarini hanno una media di 1.38 punti a partita rispetto allo 0.73 sotto l’ex beniamino arancioneroverde Simone Pavan. Il tecnico salernitano ha preso un Modena terz’ultimo con 11 punti e l’ha portato a quota 29, vicino ad uscire dalla zona playout. Nelle ultime due settimane tuttavia gli emi- liani hanno rallentato la marcia, perdendo a Bolzano e pareggiando in casa col Lumezzane, risultati un po’ inattesi dopo l’iniezione di fiducia ed entusiasmo per i successi su Ancona (2-1) e soprattutto a Bassano (2-0). Da tenere d’occhio due ex, Giorico che è il playmaker nell’ermetico 3-5-1-1 di Capuano, e l’ala Basso che dopo aver inizia- to la stagione in laguna è attualmente il miglior marcatore gialloblù con 3 reti.