News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

IL GAZZETTINO “Più di tremila tifosi per spingere al successo l’Unione, il Bassano è avvisato”

La presentazione del big-match di oggi al Penzo sulle pagine de Il Gazzettino, con la firma di Marco De Lazzari. Intervista a Simone Bentivoglio, focus sull’avversario, probabili formazioni, i dati della prevendita e gli orari dei trasporti:

Oggi allo stadio Penzo (16.30) l’attesissima sfida al vertice con il Bassano

Il Venezia vuole rimanere solo in vetta

di Marco De Lazzari

«Il Bassano non ci teme? Meglio così, noi da una settimana non vediamo l’ora di giocarcela con un avversario che finalmente ci affronterà a viso aperto». Parole e musica di un Simone Bentivoglio a dir poco adrenalinico pensando ai 90′ odierni. Sette giorni fa il Venezia sbancava Modena per 2-1, rispondendo così al 4-3 del Bassano sulla Sambenedettese. Tre punti a testa ed ecco che le due battistrada del girone B di Lega si sfidano questo pomeriggio al Penzo ore 16.30 col medesimo obiettivo di togliersi il primato a vicenda per restare da sole al vertice. «Proprio alla luce del grande equilibrio di questa prima fase di campionato sarebbe un segnale forte battere il Bassano riconosce il centrocampista arancioneroverde. Davvero non vediamo l’ora, l’abbiamo preparata bene e puntiamo sulla nostra forza per trovare spazi nel loro 4-3-1-2 molto denso e compatto». Il 31enne ex Juventus e Sampdoria non sottovaluta di certo la compagine vicentina. «Segnano tanti gol perché portano tanti giocatori all’attacco, in questo ci assomigliamo e sappiamo che dovremo fare di tutto per non prestare il fianco alle loro ripartenze. Ultimamente siamo andati spesso in svantaggio però, oltre ad aver quasi sempre rimontato (tranne a Pordenone, ndr), penso sia semplicemente un periodo. All’inizio ad esempio faticavamo a fare gol e poi le cose sono migliorate, ora invece c’è questo aspetto dei nostri avversari a segno per primi. In generale a farmi stare tranquillo, fuori da ogni retorica, è che ne siamo sempre usciti da gruppo e da squadra». Da giorni si parla molto anche dell’impatto che il pubblico del Penzo potrebbe avere sul derby a favore del Venezia. «Percepiamo importanti segnali di un crescente attaccamento, significa che a prescindere dei risultati trasmettiamo qualcosa di apprezzabile sul piano emotivo. Avere con noi i tifosi a Modena ci aveva caricato e responsabilizzato, ora speriamo che il Penzo sia sempre più pieno così da avere anche questo orgoglio a darci una marcia in più». Bentivoglio dà un’occhiata alla classifica e… «Penso che proprio perché siamo a pari punti dobbiamo mettercela tutta per superare il Bassano e metterci tutti alle spalle».

gazz291016

Sono più di duemila i biglietti già venduti

Per la prima volta in stagione mister Pippo Inzaghi dovrebbe affidarsi agli stessi undici per due gare consecutive. Merito del 2-1di Modena, piuttosto convincente a prescindere dalle assenze emiliane e dal solito iniziale svantaggio. I due team hanno vinto 6 volte, pareggiato 3 e perso una. Davanti a Facchin a guidare la difesa tuttora meno battuta del torneo (7 subiti come Reggiana, Gubbio e Modena) ci saranno capitan Domizzi e Modolo al centro, Malomo  (Baldanzeddu è acciaccato) e Garofalo sulle fasce. In regia Pederzoli-Bentivoglio con Fabris e Marsura (Fabiano sempre out) a crossare per Ferrari e Geijo, sbloccatosi con 3 reti negli ultimi 180’.Il big match sembra scaldare i tifosi, più di 2000 i biglietti acquistati fino a ieri sera: ai botteghini del Penzo solo 100 biglietti disponibili, ma la prevendita a prezzi scontati prosegue fino all’immediato pre partita agli sportelli Vela e sul sito www.vivaticket.it. Oggi la società mette a disposizione tre corse acquee da Punta San Giuliano alle ore 14.45, 15 e 15.15.

L’AVVERSARIO

Bassano, il miglior attacco del girone È Minesso lo spauracchio delle difese

Oltre che con gli stessi punti del Venezia (21) il Bassano si presenta al Penzo esibendo come biglietto da visita il miglior attacco del girone B con 21 reti: in Lega Pro solo il Matera nel girone B ha fatto meglio con 23. Nelle ultime tre gare, seguite allo 0-0 di Modena, i giallorossi ne hanno rifilate 2-0 al Pordenone, 4-1 al Mantova in trasferta e 4-3 sette giorni fa alla Sambenedettese (il cui attaccante Di Massimo sarebbe sul taccuino del Venezia). Un attacco esplosivo che ha in Mattia Minesso il vero faro: trequartista o esterno aggiunto, l’ex Vicenza e Cittadella ha realizzato finora 6 reti (tre rigori, una punizione e due conclusioni da fuori) e servito 4 assist, per la gioia delle punte Grandolfo e Fabbro (4 centri a testa), quest’ultimo già pupillo di Inzaghi nel vivaio del Milan con i gioielli Donnarumma e Locatelli. Nella rosa a disposizione del tecnico Luca D’Angelo, che in estate ha sostituito l’ex lagunare Stefano Sottili dopo i playoff dello scorso anno (fuori a Lecce nel primo turno) il dolese Barison, il mestrino Soprano e tre ex arancioneroverdi, il centrocampista Cenetti e i difensori Pasini e Lancini, tutti in panchina in questa fase stagionale.