News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

LA NUOVA VENEZIA “Arancioneroverdi e gialloblu, sfida a distanza tra San Benedetto e Salò”

La presentazione del match di oggi al “Riviera delle Palme”, firmata da Michele Contessa sulle pagine de La Nuova Venezia:

Tanti rischi contro una squadra capace di grandi imprese e improvvisi black out. Marsura a disposizione

Venezia, tre punti nella tana della Samb

di Michele Contessa

Crocevia per la Serie B: Venezia a San Benedetto del Tronto, Parma a Salò. Con il Padova, interessato, impegnato all’Euganeo con il Teramo. Sambenedettese a caccia di uno “scalpo” eccellente, Venezia che spera in Michele Serena e nei Leoni del Garda. Insidie tecniche e ambientali per la truppa di Pippo Inzaghi, consapevole della delicatezza della doppia trasferta, in sette giorni, oggi marchigiana, appunto a San Benedetto del Tronto, e domenica prossima abruzzese, a Teramo. I rossoblu del Tronto hanno accantonato da settimane sogni ambiziosi di promozione diretta, viaggiando a 17 punti dal Venezia, e stanno lottando per i playoff, anche se Santarcangelo e Maceratese sono a -6. Il Venezia troverà un ambiente infuocato, ma avrà una cinquantina di tifosi al seguito pronti a farsi sentire. Dopo la sosta Venezia e Parma viaggiano allo stesso ritmo (13 punti), Inzaghi non può contare su Falzerano, stoppato dal giudice sportivo, favorito a sostituirlo è capitan Soligo, anche per il clima da battaglia che incontrerà il Venezia. Il tecnico piacentino non dovrebbe modificare l’assetto della squadra che ha piegato otto giorni fa il Pordenone al Penzo, ma sono da valutare le condizioni di Marsura, tenuto a riposo nel derby di Padova, con Caccavallo o Tortori eventualmente pronti a partire dal primo minuto. Rispetto alla Coppa Italia ci saranno comunque notevoli cambiamenti, visto che Inzaghi l’altra sera all’Euganeo aveva schierato più di qualche panchinaro proprio per non spremere oltre il dovuto la formazione base. Occhio all’ex di turno, anche se il suo transito in laguna (stagione 2002-2003) è passato quasi inosservato: Kolawole Oyelda Agodirin, 33 anni, è arrivato a gennaio alla Samb e nel primo anno post Zamparini giocò nella Primavera, collezionando però solo 8′ in prima squadra in Coppa Italia contro il Vicenza a Sant’Elena. Dieci le sfide del Venezia a San Benedetto del Tronto, una sola però al Riviera delle Palme: era il 30 novembre 2008, serie C/1, e gli arancioneroverdi allora allenati da Stefano Cuoghi si imposero (3-1) con le reti di Collauto nel primo tempo, Momentè e Malatesta nella ripresa. Le due squadre si ritrovavano dopo 47 anni di lontananza, e per trovare altri precedenti bisogna risalire la storia e gli anni pre-fusione. Sono invece nove le sfide al vecchio stadio “Fratelli Ballarin” di San Benedetto, con due successi del Venezia (1-0, gol di Alfier nel 1953-1954, e 1-0, rete di Callegari nel 1957-1958), quattro pareggi e tre vittorie dei padroni di casa. Da segnalare le 3 reti segnate da Paolo Barison alla Samb tra il 1955 e il 1957.

nuova260217Così in campo ore 14.30

STADIO RIVIERA DELLE PALME

SAMBENEDETTESE (3-5-2) 33 Aridità; 2 Di Pasquale, 25 Mori, 3 Radi; 14 Rapisarda, 29 Damonte, 23 Bacinovic, 6 Lulli, 11 Pezzotti; 9 Sorrentino, 7 Mancuso. A disposizione: 22 Pegorin, 4 Di Filippo, 13 N’Tow, 20 Simone, 8 Sabatino, 18 Candellori, 10 Bernardo, 15 Agodirin, 16 Latorre, 17 Di Massimo, 19 Ferrara, 21 Vallocchia. Allenatore: Stefano Sanderra.

VENEZIA (4-3-3) 1 Facchin; 27 Zampano, 6 Domizzi, 13 Modolo, 26 Garofalo; 21 Acquadro, 7 Bentivoglio, 8 Soligo; 19 Moreo, 18 Geijo, 17 Marsura. A disposizione: 12 Sambo, 22 Vicario, 3 Galli, 5 Malomo, 14 Pellicanò, 25 Cernuto, 15 Stulac, 24 Fabris, 9 Ferrari, 10 Fabiano, 11 Tortori, 20 Caccavallo. Allenatore: Filippo Inzaghi.

Arbitro: Armando Ranaldi di Tivoli

I marchigiani reduci dal 2-4 di Parma. In dubbio Bacinovic

Sanderra prepara una robusta difesa

Arriva la capolista e Stefano Sanderra, tecnico che a inizio gennaio ha sostituito Ottavio Palladini sulla panchina della Sambenedettese, si tutela passando dal 4-3-3 al 3-5-2 per neutralizzare le scorribande sulle fasce degli esterni arancioneroverdi. Così Di Pasquale affiancherà Mori e Radi davanti ad Aridità con Rapisarda e Pezzotti a presidiare le fasce, Damonte, Bacinovic (se darà garanzie di tenuta) e Lulli a centrocampo, poi il bomber Mancuso al fianco di Sorrentino in attacco. «Il Venezia è una squadra fortissima» ha dichiarato il tecnico dei marchigiani, «servirà una partita perfetta per portare a casa dei punti». La Samb con l’avvento di Sanderra ha pareggiato (1-1) a Mantova, battuto Gubbio (2-0) e Fano (2-1), ma è reduce dai due passi falsi con Forlì (1-2 al Riviera delle Palme) e Parma (2-4). «Abbiamo subito tanti gol nelle ultime due partite» ha ammesso Sanderra, «sto valutando l’ipotesi di giocare a tre dietro per dare più densità in fase difensiva». Dubbi su Bacinovic e N’Tow dal primo minuto, che in settimana non si sono allenati con la regolarità degli altri. L’obiettivo è comunque quello di un risultato prestigioso contro la capolista. «Il primo è obiettivo è che la squadra rimanga sempre in partita. Siamo reduci da due sconfitte consecutive, la Sambenedettese deve tornare a fare punti presto».

Una domenica che potrebbe regalare qualche risultato a sorpresa. Il Pordenone gioca domani sera

Parma rischia a Salò, anticipo ok per la Reggiana

La Reggiana non molla la presa e vincendo a Fano nell’anticipo giocato ieri pomeriggio si porta a quota 50 punti, provvisoriamente al terzo posto, in attesa delle partite di oggi. Intanto scavalca il Padova, che all’Euganeo deve affrontare il Teramo, prossimo avversario del Venezia. Da notare che domenica prossima ci sarà poi lo scontro diretto Reggiana-Padova, e chi perde rischia di staccarsi da Venezia e Parma. Lo stesso Parma è impegnato oggi a Salò e non sarà per i crociati una partita agevole. Nell’altro anticipo il Forlì ha superato il Gubbio, confermando di essere in pieno rilancio dopo un problematico girone d’andata. Il programma si chiuderà con il posticipo del lunedì Pordenone-Bassano. Oggi in campo. Ore 14.30: Albinoleffe – Ancona (andata 0-1); Lumezzane – Santarcangelo (0-2); Padova – Teramo (0-0); Sambenedettese – Venezia (2-2); Sudtirol – Modena (0-1). Ore 16.30: Feralpi Salò – Parma (2-1). Ore 18.30: Maceratese – Mantova (1-0). Domani ore 20.45: Pordenone – Bassano (0-2). Classifica: Venezia 55 punti; Parma 52; Reggiana 50: Padova 49; Pordenone 45; Gubbio 43; Bassano 40; Sambenedettese e Feralpi Salò 38; Albinoleffe 34; Santarcangelo e Maceratese 32; Sudtirol e Forlì 29; Modena 28; Ancona e Teramo 24; Mantova 23; Lumezzane 22; Fano 20. (Fano, Forl’, Reggiana e Gubbio una partita in più). Prossimo turno (domenica 5 marzo): Modena – Lumezzane (andata 0-0); Sudtirol – Sambenedettese (2-2); Feralpi Salò – Albinoleffe (2-2); Ancona – Fano (1-1); Teramo – Venezia (1-3); Maceratese – Gubbio (1-0); Santarcangelo – Pordenone (3-3); Parma – Forlì (5-3); Bassano – Mantova (4-1); Reggiana – Padova (0-2)