News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

La Nuova: «Venezia, ci servirà follia per affrontare l’Empoli»

Michele Contessa ci sciorina la ricetta di Inzaghi

Inzaghi ha la rosa al gran completo per sfidare la capolista. «Mi stupirei se il Penzo non fosse pieno, ce la giocheremo a testa alta»

Il Venezia mette la capolista Empoli nel mirino, sognando l’aggancio. Il rullo compressore di Vivarini (20 reti all’attivo, in 5 occasioni con 3 gol realizzati) nel bunker arancioneroverde del Penzo, dove solo il Parma, per di più sugli sviluppi di un calcio piazzato, è riuscito a superare Audero. E Pippo Inzaghi avrà solo l’imbarazzo della scelta potendo disporre per la prima volta dall’inizio della stagione della rosa al gran completo con il recupero di Soligo e Domizzi, costretti a dare forfait sabato scorso ad Ascoli. «Vedere l’Empoli in testa alla classifica non è una sorpresa», ha spiegato Pippo Inzaghi, «è una squadra che probabilmente ritornerà in Serie A, ha una rosa che non ha nulla da spartire con questa categoria. Basti solo pensare alla spesa fatta per Caputo, grazie anche al paracadute della retrocessione. Una rosa che probabilmente si sarebbe salvata anche in Serie A per la forza e per i giocatori che ha. Ho letto che Krunic potrebbe non giocare, un giocatore che faceva la differenza in Serie A e che mi piace tantissimo. Pasqual? È un giocatore che avrei voluto portare al Milan».Di fronte, però, ci sarà il Venezia di Pippo Inzaghi, che non starà sicuramente a guardare. «In partite contro simili avversari ci servirà una buona dose di sana follia perché se pensassimo alla rosa dell’Empoli, avremmo ben poca speranza. Il calcio, però, ci regala a volte grandi sorprese. Il Venezia, già con Bari e Carpi che non hanno la forza dell’Empoli, ma ci sono vicine, ha dimostrato di potersela giocare. È ovvio che servirà la partita perfetta perché di fronte c’è una squadra che ha segnato 20 reti, ha il capocannoniere della Serie B e in cinque occasioni ha segnato 3 gol. Possiamo giocarcela a testa alta, nel nostro stadio, che mi auguro sia pieno. Se io fossi un tifoso del Venezia, che due anni fa giocava sui campo di Serie D, non mi perderei assolutamente la sfida contro l’Empoli. Se domani non ci sarà il Penzo pieno, mi meraviglierei molto».Classifica quanto mai corta dopo nove giornate. «Sappiamo quale è il nostro obiettivo e, dopo due promozioni, sarebbe fantastico conquistare la promozione in un campionato complicatissimo. Io sono sempre stato tranquillo, anche quando sentivo e leggevo che facevamo fatica a segnare, perché conosco le qualità dei miei giocatori, vedo come si allenano e vedevo che le occasioni si creavano. È bello poter affrontare una squadra come l’Empoli pensando di poter fare il miracolo».Venezia-Perugia (domenica 12 novembre) si giocherà all’ora di pranzo (ore 12. 30), mentre il match di Palermo (sabato 21 novembre) è stato posticipato alle 18. Prosegue a buon ritmo la prevendita che ieri ha superato i 1.100 tagliandi. Inzaghi ha l’intera rosa a disposizione, nell’Empoli Simic ha un fastidio alla coscia, sono rientrati in gruppo Di Lorenzo, Lollo e Donnarumma.