News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

LA NUOVA VENEZIA “La festa non finisce… Obiettivo triplete”

La festa arancioneroverde continua… Con una intera pagina, firmata da Michele Contessa, La Nuova Venezia di oggi torna sui festeggiamenti post-Coppa Italia guardando al prossimo appuntamento, la finale a tre per la supercoppa:

Con promozione e Coppa già in tasca la squadra se la vedrà con Foggia e una tra Cremonese e Alessandria

Venezia, aperta la caccia al triplete

di Michele Contessa

Triplete, parola magica, tanto affascinante quanto difficile da concretizzare sul campo. Il Venezia, dopo essersi assicurata la promozione in Serie B (sabato 15 aprile) e aver centrato il bis in Coppa Italia (mercoledì 26 aprile), adesso può realizzare uno storico tris andando a caccia anche della Supercoppa di Lega Pro. Come riuscì allo Spezia di Michele Serena nella stagione 2011-2012 quando vinse il campionato di Prima Divisione, piegò il Pisa nella finale di Coppa Italia e poi la Ternana in quella di Supercoppa. E finora è l’unica squadra a esserci riuscita. Chi la gioca. Con il nuovo organigramma della Lega Pro, la Supercoppa si gioca tra le tre vincitrici dei tre gironi solo dalla stagione 2014-2015 con i successi di Novara e Spal, mentre dal 2000 al 2014 la finale si disputava tra le vincenti dei due gironi di C/1 (o Prima Divisione). Finora è stata vinta da 15 club, solo Spezia e Novara due volte, tra le venete c’è riuscito solo il Treviso nel 2003 ai rigori contro l’Avellino. Regolamento. Al termine della stagione regolare sarà effettuato il sorteggio a Firenze per stabilire quale sarà la prima partita in programma, ognuna delle tre formazioni giocherà una partita in casa e una in trasferta. Date. Le date saranno ufficializzate nelle prossime ore. Due le ipotesi: 14, 21 e 28 maggio oppure 14, 17 e 21 maggio, forse la terna più plausibile vedendo i precedenti. L’anno scorso Spal, Benevento e Cittadella giocarono il 15, 18 e 22 maggio. Avversarie. Il Foggia ha conquistato la promozione domenica scorsa con due giornate d’anticipo, Cremonese (75 punti) e Alessandria (74) si giocano la Serie B negli ultimi 180′ nel girone A: la squadra di Tesser giocherà in trasferta a Livorno e in casa con il Racing Roma, quella di Pillon, subentrato a Braglia, e Bocalon andrà prima sul campo della Lupa Roma per poi chiudere in casa con il Pontedera. La Cremonese può anche permettersi di arrivare a pari punti con l’Alessandria avendo vinto allo Zini (1-0) e pareggiato (1-1) al Moccagatta. Se il Venezia (79 punti) è in serie positiva da 16 giornate e nel 2017 non ha mai perso in campionato, il Foggia (81 punti) di Giovanni Stroppa ha una striscia aperta di 11 gare (10 vittorie di fila e il pari di Fondi), solo tre sconfitte, 67 reti fatte e 27 subite. Passato. Il Venezia ha già disputato una Supercoppa, quella della Serie C/2005-2006. Nel primo match perse al Penzo (1-2) contro la Cavese con reti di Nocerino e D’Amico per i campani, e di Ibekwe per gli arancioneroverdi di Di Costanzo. Dopo il pari (1-1) tra Cavese e Gallipoli, il Venezia chiuse in Puglia sapendo di non poter più vincere il trofeo, ma impedì alla squadra di Auteri di aggiudicarsela (0-0).

nuova280417Pippo Inzaghi: “Nell’altra coppa Italia tiferò Lazio, per Simone”

Gli impegni post campionato del Venezia, leggi Supercoppa di Lega Pro, e allo stasso tempo quelli della Lazio, ancora in corsa per la qualificazione in Europa e già in finale di Coppa Italia, rendono per ora problematica l’individuazione di una data per l’amichevole Lazio-Venezia auspicata proprio da Pippo Inzaghi per celebrare la grande stagione delle due squadre. La Lazio, allenata da suo fratello Simone, aspetta ancora una data certa per la finale di Coppa Italia contro la Juve. Anche nel momento del trionfo il tecnico del Venezia ha avuto un pensiero per il fratello. «Simone ci ha abituato a miracoli, in Coppa Italia ha fatto un capolavoro eliminando la Roma perchè come valori tecnici non c’è partita. Spero faccia un altro capolavoro nella finale di Coppa perchè contro la Juve non sarà facile. Tifero per lui alla grande»

Un giro nei social dopo il trionfo: arrivano elogi anche da Argentina e Indonesia. Boom di “mi piace”

«Grazie ragazzi» in tutte le lingue del mondo

La festa si ripete. Coriandoli arancioneroverdi sul prato del Penzo, a distanza di 11 giorni dalla conquista della promozione in Serie B. E i tifosi si scatenano nuovamente sui social network. Il filmato della premiazione con Malomo che fa comparire d’incanto il cartello “Coppa Italia” sulla pagina Facebook del Venezia Fc ha avuto 37mila visualizzazioni, oltre 2.500 “faccine” a corredo e 734 condivisioni. Non da meno il filmato girato all’interno dello spogliatoio con i giocatori a urlare “I campioni dell’Italia siamo noi”, girato anche da Pippo Inzaghi (“E si canta di nuovo! Grandi ragazzi”, ha scritto il tecnico in camicia e con la Coppa Italia in mano), che ha avuto 96.000 visualizzazioni e 10 mila “faccine” abbinate. «A ’sto punto manca solo la Supercoppa per il triplete» scrive Vincenzo Ferrara, mentre Rodolfo Folin fa festa doppia: «Compleanno con coppa». Tony Scarpa sottolinea il lavoro effettuato da Giorgio Perinetti (“Onore anche a lui che ha costruito questa squadra”), come Massimo Emiliano (“Il migliore di tutti è un grande, in tutti i sensi, diesse. Perinetti, un vero guru”), mentre Angelo Ziliotto coinvolge il trio di testa (“Grazie a Tacopina, Perinetti e Inzaghi! Ci avete fatto sognare, speriamo di continuare così a lungo. Forza arancioneroverdi”). Salvatore Di Fresco guarda avanti (“Arriverà anche la triplete carissimo Marco con un tuo gollasso di testa”) sulla pagina di Marco Modolo. Diego Lanzani esalta il bomber (“Super Moreo. Troppo forte”), Michele Stefani si rivolge a Soligo (“Grazie Evans. Umiltà e semplicità ti fa una persona di grande professionalità e spessore”). Cristiano Bibiani ha ancora in testa la canzone della premiazione (“We are the champions! Grazie ragazzi! Grazie presidente!”). Alejandro Antonio Gimenez fa i complimenti dall’Argentina («Forza Venezia. Saludos desde Argentina»), ne arrivano dall’Indonesia, dalla Germania, ovviamente dagli Stati Uniti mentre dall’Olanda c’è Carlo Giugie (“Congrats from Deventer, the Netherlands”). Quindi Massimo Ceglia da Foggia (“Complimenti Venezia… gran bella squadra”). Nick Waxman scrive: «Excellent. What a great season you and Venezia have had. Double winners and two league winners in two seasons» e non manca il messaggio in francese («Voilà un trophée de plus pour Pippo»), firmato da Valou Leloup e Stéphane Bordage. E non mancano neppure le critiche da parte dei tifosi del Matera sull’arbitraggio di Fourneau, ma anche scambi di complimenti tra le due tifoserie.

NOTIZIARIO

Casoli e Armellino
quattro giornate di squalifica
Matera multato

Giornata di riposo per il Venezia che oggi inizia a preparare la partita di domenica (inizio ore 17.30 e tutte le partite del girone B in contemporanea) contro l’Albinoleffe. Pippo Inzaghi dovrebbe avere a disposizione l’intera rosa salvaguardando Maurizio Domizzi per le due partite della Supercoppa di Lega Pro. Domenica sarà ancora festa, al termine della partita con i bergamaschi sarà consegnata in campo la coppa per la vittoria del campionato e la promozione in Serie B, che farà coppia con quella vinta mercoledì in Coppa Italia contro il Matera. La coppa dovrebbe essere consegnata direttamente dal presidente Gabriele Gravina. Durante l’intervallo, poi, sfileranno sul prato del Penzo tutte le formazioni giovanili del Venezia Fc insieme ad allenatori e dirigenti. Ruggine. La finale di ritorno della Coppa Italia ha lasciato degli strascichi anche a livello di giudice sportivo: oltre al difensore Mattera, fermato per una giornata per l’espulsione a inizio ripresa per somma di ammonizioni, si sono aggiunti i quattro turni di squalifica per i centrocampisti Marco Armellino “per somma di ammonizioni e perché al termine della gara si avvicinava all’arbitro rivolgendogli frasi offensive e minacciose” e Giacomo Casoli “perché al termine della gara rivolgeva all’arbitro frasi offensive e minacciose e tentava di aggredirlo, prontamente fermato da addetti alla sicurezza”.