News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

LA NUOVA VENEZIA “Maglie, stadio e ambizioni, Tacopina e Rogg a ruota libera”

La presentazione delle maglie è l’occasione per il solito show del presidente Tacopina, questa volta ben affiancato da un energico Andrea Rogg. Stadio, maglie ed ambizioni i temi degli interventi dei due massimi dirigenti della società. Ne riferisce Simone Bianchi sulle pagine de La Nuova Venezia:

La presentazione nella suggestiva location del Fondaco dei Tedeschi è stata
l’occasione per il club di ribadire i suoi propositi: in Serie B da protagonisti

Venezia, maglie da leoni
«Così saremo sul campo»

di Simone Bianchi

Aggressive, simboliche e per molti versi uniche. Sono le nuove maglie da gioco del Venezia, presentate ieri sera al Fondaco dei Tedeschi di Rialto. Saranno indossate dai giocatori già domenica allo stadio Penzo nel secondo turno di Coppa Italia contro il Pordenone, fissato alle 18.30. Azzurra per il portiere, bianca da trasferta e nera per le sfide casalinghe. Divise che si evolvono rispetto alla passata stagione e che al nome del Venezia sul petto, mancando ancora uno sponsor principale, aggiungono sotto tre graffi (arancione, verde e grigio) che ricordano i segni lasciati dalla zampa del leone, simbolo della città e del club. Ma i dettagli sono innumerevoli sulle maglie ancora una volta prodotte da Nike. Si parte dallo stemma del club circolare e centrale sopra la scritta Venezia. A sinistra il marchio del produttore e a destra il numero 110, a ricordare che il 14 dicembre prossimo il club taglierà questo storico traguardo rispetto alla nascita del calcio a Venezia. Dietro il numero con il logo, la personalizzazione con il nome del giocatore e sul colletto i simboli di campionato e Coppa Italia di Lega Pro vinti nella passata stagione e l’acronimo del club in tricolore. Sulle maniche il logo della Lega di Serie B a sinistra e a destra quello con lo slogan “Rispetto”. Belle, viste da vicino, non c’è alcun dubbio. I tifosi avranno sicuramente modo di apprezzarle nelle prime occasioni ufficiali e nei punti vendita del club, che già ieri sera le hanno messe in vetrina. A indossarle sulla terrazza del Fondaco sono stati Marcello Falzerano, Simone Bentivoglio ed Emil Audero, scesi dal ritiro di Sappada proprio per questa occasione speciale, e immortalati al tramonto con la città storica sullo sfondo. Location suggestiva ed elegante, nello stile impostato dal presidente Joe Tacopina fin dal suo primo arrivo in laguna. E lui stesso osserva: «Queste maglie mi piacciono, e le apprezzano anche i giocatori che le dovranno indossare con grinta e orgoglio negli impegni che ci attendono. Il leone è il simbolo della città, e in queste maglie vogliamo dire al mondo che siamo leoni e lotteremo ogni giorno su tutti i campi. Il design è stato studiato perché questo sarà il nostro biglietto da visita. Lo sponsor? Arriverà, forse per l’inizio del campionato a fine agosto. Stiamo trattando con grandi aziende con interessi internazionali». Tacopina parla a ruota libera anche di mercato e stadio. «Ogni giorno è buono per chiudere una trattativa, non abbiamo fissato un limite prima del 31 agosto. Zigoni è tra i papabili per il nostro attacco, anche Gilardino è un grande, ma stiamo valutando molte cose, dall’età alle condizioni fisiche. La difesa per me è già la più forte della Serie B. E sullo stadio ripeto che potremmo presentare il progetto entro fine estate. Stiamo per chiudere l’accordo con un partner di livello mondiale nel settore consulting per la pianificazione del progetto. E procediamo di settimana in settimana con le autorizzazioni». L’amministratore delegato Andrea Rogg è stato chiaro: «Questo club è passato in poco tempo dal calcio che non esiste alla Serie B, cioè quello che conta. Nelle nostre maglie c’è la storia e c’è il futuro: il logo del club posto sul cuore non è una scelta fatta a caso».

Zigoni, perinetti punta sul prestito

Il Venezia continua a lavorare sul mercato per affidare a Filippo Inzaghi l’attaccante che aspetta. Ieri il direttore sportivo Giorgio Perinetti ha avuto l’atteso incontro con il Milan per chiudere la trattativa su Gianmarco Zigoni. «Un incontro cordiale», lo ha definito lo stesso Perinetti, «in attesa di capire quale possa essere la formula migliore per portare il giocatore a Venezia. Lavoriamo sul prestito ma tutte le parti devono accordarsi». Zigoni resta la prima scelta del club arancioneroverde, con Gilardino che rimane alla finestra, mentre per il centrocampo si continua a parlare di Suciu e Signori.In uscita praticamente fatte le cessioni di Acquadro alla Triestina e Tortori alla Viterbese, con Virdis vicinissimo alla Racing Roma. Sempre bloccata la situazione di Baldanzeddu. Più no che sì per Ferrari al Vicenza. Ieri a Sappada la squadra ha sostenuto un doppio allenamento, sempre a parte Garofalo e Marsura. Nella giornata odierna si seguirà lo stesso programma.
nuova020817