News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

LA NUOVA VENEZIA “Primo gol ufficiale per Nicola Ferrari”

Intervista di Michele Contessa su La Nuova Venezia a Nicola Ferrari autore a Santarcangelo della sua prima rete ufficiale in arancianeroverde, dopo appena un minuto di gioco.

Il bomber ex Lanciano bello carico dopo il gol segnato a Santarcangelo: «Dobbiamo essere più concreti»

Ferrari: «Pronti per il campionato»

di Michele Contessa

Poco più di un minuto per andare a bersaglio, da centravanti vero, intuendo in anticipo dove sarebbe sceso il pallone calamitato in area di rigore da Alex Pederzoli. Primo gol ufficiale per Nicola Ferrari l’altro ieri a Santarcangelo, una rete che sembrava poter spianare la strada a un pomeriggio tranquillo per il Venezia. Dopo i quattro gol nelle amichevoli precampionato (Aviano, doppietta su rigore al Real Vicenza e Porto d’Ascoli), il centravanti arrivato dalla Virtus Lanciano affila le armi anche in vista dell’esordio di sabato in campionato con il Forlì.
«Ci tenevo a sbloccarmi, Alex mi ha servito un assist d’oro, non appena ho visto che stava lanciando il pallone verso l’area, ho capito dove sarebbe caduto. Ho anticipato il difensore del Santarcangelo che mi stava controllando. Un pallone veramente con il contagiri».
Venezia che strappa la qualificazione, ma che ha dovuto rimontare lo svantaggio accusato nel primo quarto d’ora del secondo tempo.
«Dobbiamo imparare a chiudere le partite quando ne abbiamo le occasioni. Io sono contento per il gol realizzato, ma anche molto arrabbiato per la rete “mangiata” che avrebbe chiuso l’incontro nel primo tempo. Senza parlare del rigore che non ci è stato concesso per il fallo subito da Marsura».
Attaccante di movimento, abile a tenere palla per consentire ai compagni di risalire, Ferrari è entrato anche nell’azione che ha portato al pareggio di Pederzoli.
«Mi ero liberato del difensore romagnolo e stavo andando verso la porta, quando mi hanno steso. Da quella piazzola Alex è micidiale, quasi come tirasse un calcio di rigore. Se ho temuto la prima sconfitta? Inzaghi ci aveva avvertiti di stare attenti nel primo quarto d’ora della ripresa. Non lo abbiamo fatto. Comunque è stato un bel test, abbiamo capito che giocando sul nostro ritmo, mettiamo in difficoltà tutti, mentre quando lo abbassiamo possono capitarci brutte sorprese. Secondo me la Coppa Italia è stata utile perché in campionato troveremo tutti pronti ad aspettarci, soprattutto lontano dal Penzo. Facciamo tesoro di quanto appreso a Santancargelo, ci tornerà utile in campionato. Intanto godiamoci il passaggio del turno».
Il Venezia è ritornato in campo ieri mattina per la seduta di defatigamento e oggi pomeriggio inizierà a preparare l’esordio di sabato in campionato contro il Forlì. In recupero Domizzi, devono essere valutate le condizioni di Baldanzeddu, nessun problema invece per Acquadro che era stato sostituito da Bentivoglio a un quarto d’ora dalla fine. Sul fronte degli abbonamenti ieri pomeriggio è stata raggiuntai quota 585, mentre dalla società è rinnovato il consiglio, per chi non ha la tessera, di sfruttare la prevendita.

COPPA ITALIA LEGA PRO

Dodici squadre per un altro turno preliminare

di Michele Contessa

Il pareggio di Santarcangelo ha permesso al Venezia di vincere il girone C e di qualificarsi per la seconda fase della Coppa Italia di Lega Pro, dove entra in scena l’eliminazione diretta. Insieme al Venezia si sono qualificate Giana, Pro Piacenza (a spese del Parma), Prato, Viterbese, Virtus Francavilla e Catania, mancano altre 4 squadre, che usciranno dai gironi dove sono state inserite le formazioni ripescate (ieri sera Albinoleffe-Forlì 1-0). A queste undici squadre si aggiungeranno le 27 che hanno partecipato alla Coppa Italia Tim per un totale di 38 formazioni. Per formare il tabellone a eliminazione diretta a 32 sarà necessario quindi un turno preliminare, in cui saranno impegnate 12 squadre, designate per sorteggio, con gara unica sul campo del club sorteggiato per primo. Le date della seconda fase non sono state ancora ufficializzate dalla Lega Pro, ma a questo punto sarà possibile effettuare il sorteggio finale del tabellone per cui ogni squadra saprà il suo possibile percorso in anticipo con una partenza soft, ovvero cercando di rispettare il più possibile il criterio di vicinanza. Nei sedicesimi di finale, gara unica, giocherà in casa la squadra che verrà sorteggiata per prima, negli ottavi e nei quarti, dove gli abbinamenti saranno automatici, si provvederà solo al sorteggio di chi beneficerà del fattore campo. In caso di parità, si andrà ai tempi supplementari e poi ai calci di rigore qualora perdurasse la situazione di equilibrio. Semifinali e finale si giocheranno invece con gare di andata e ritorno.