News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

LA NUOVA VENEZIA “Spazio a chi ha giocato meno, 6-0 al Porto d’Ascoli”

L’inviato de La Nuova Venezia, Damiano Basile, racconta l’amichevole contro il Porto d’Ascoli in cui gli arancioneroverdi segnano tre gol per tempo mantenendo la propria porta ancora imbattuta.

Il Venezia ne rifila sei al Porto d’Ascoli

di Damiano Basile

Prove tecniche per il Venezia. Gli arancioneroverdi, opposti al Porto D’Ascoli (compagine d’Eccellenza marchigiana) hanno provato uomini e schemi in vista del futuro e la lena è parsa buona. Due tempi diversi contro due squadre differenti dei biancoazzurri, esperimenti necessari per mister Inzaghi, soddisfatto a fine gara. La squadra si è mossa bene anche se, a tratti, gli avversari hanno impensierito e messo i bastoni tra le ruote al Venezia. Beninteso Vicario ha dovuto deviare in angolo solo un tiro di Yari Iachini (figlio del mister dell’Udinese) destinato all’angolino a mezz’altezza, però, in più occasioni, specie nella prima mezz’ora, il Venezia non ha trovato le giuste misure specie nel raccordo tra centrocampo e attacco. Acquadro si è fatto in quattro, Pederzoli ha mostrato, specie sui tiri da fermo, di avere un piede fatato, Soligo ha corso molto. Il Porto D’Ascoli, però, ha intasato le corsie e ha ceduto campo solo quando è stato infilato in contropiede. Il destro di Acquadro (13’) ha aperto le marcature dai 25 metri, Pederzoli ha cercato l’eurogol da centrocampo (22’), Reali è corso in porta in tempo, poi Pederzoli per Acquadro, la difesa dall’altra parte, il portiere marchigiano infilato in diagonale (26’). Sul 2-0 la difesa biancoazzurra si è disunita e ha rischiato di più. Al 36’ cross di Pederzoli da sinistra, Modolo, di testa, realizza il 3-0. Chicchiarelli si è visto al 38’ quando Reali è uscito a valanga chiudendogli lo specchio. Nella ripresa Brusciano, in sospetto fuorigioco, ha divorato il 3-1, Fabiano, appena entrato, ha messo dentro il 4-0. Il Venezia, contro una squadra tutta nuova, ha preso in mano le redini della situazione non rischiando praticamente mai e chiudendo, gli avversari, nella propria metà campo. Gli arancioneroverdi hanno continuato a imperversare giostrando a loro piacimento contro le riserve del Porto D’Ascoli. Il Venezia ha prodotto tanto gioco, girando palla e cercando le proiezioni degli esterni. È piaciuto Garofalo, bravo a scendere in continuazione a sinistra, è piaciuto l’impegno generale e la capacità di girare palla ed arrivare al tiro. Certo gli avversari erano completamente differenti rispetto al primo tempo e anche questo ha influito sul modo in cui gli arancioneroverdi hanno condotto la ripresa. Le riserve del Porto D’Ascoli, infatti, raramente sono riuscite a superare la metà campo ed il 6-0 finale è un punteggio che, nel complesso ci sta tutto. Un buon allenamento dunque per i ragazzi di Inzaghi, in attesa di test più impegnativi, ma il lavoro fatto si è visto tutto e lascia ben sperare in vista delle partite cche contano veramente.