News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

LA NUOVA VENEZIA “Tacopina, per quest’anno obiettivo salvezza”

Lo aveva già dichiarato e, a scanso di equivoci, lo ha ribadito anche ieri a Sappada, a margine della prima amichevole giocata contro una rappresentativa locale, davanti alle telecamere di Sky: per il presidente Tacopina l’obiettivo stagionale del club arancioneroverde sarà la salvezza per poi puntare in futuro alla serie A. I dettagli negli articoli di Michele Contessa per La Nuova Venezia di oggi:

Mercato in movimento, Caccavallo in prestito al Cosenza. La squadra rientra in serata e domani vola in Usa

Tacopina: «Solide basi, poi la Serie A»

di Michele Contessa

Non ha voluto saltare l’esordio stagionale del “suo” Venezia, il presidente Joe Tacopina, all’ultimo giorno in Italia e salito a Sappada accompagnato dall’amministratore delegato Andrea Rogg e dal direttore generale Dante Scibilia, mentre il direttore sportivo Giorgio Perinetti ha raggiunto l’alto bellunese direttamente da Milano dove sta sbrogliando la matassa dei giocatori in uscita. Cielo plumbeo su Sappada, temperatura rigida, vento gelido e pioggia per l’intera giornata con un allenamento blando al mattino orchestrato da Pippo Inzaghi. Nel pomeriggio sono arrivate nel ritiro di Sappada anche le telecamere di Sky Sports per un’intervista al presidente Joe Tacopina, con tanto di giaccone nero con la coccarda tricolore simbolo della Coppa Italia di Lega Pro vinta contro il Matera. «Come presidente non ho sogni, ma obiettivi» ha detto Tacopina davanti alle telecamere, «il nostro obiettivo è la Serie A, ma vogliamo arrivarci con delle solide basi per rimanerci a lungo». Poi la parola al direttore sportivo Giorgio Perinetti, che si è limitato a «Dovrà essere una stagione di assestamento in Serie B per il Venezia dopo due promozioni consecutive». E alla fine è toccato a Pippo Inzaghi finire davanti alle telecamere al termine della sgambata contro il Sappada per commentare anche l’evolversi del mercato in serie A e ovviamente il trasferimento di Bonucci. Quanto al mercato del Venezia, invece, partiti Facchin (Reggiana) e Pellicanò (Albinoleffe), ieri è stata ufficializzata la cessione in prestito con diritto di riscatto di Giuseppe Caccavallo al Cosenza. La prossima settimana Luciani andrà al Santarcangelo, Malomo è vicino al Vicenza e Virdis al Varese, società in odore di ripescaggio in Lega Pro, mentre si stanno avvicinando le posizioni di Baldanzeddu e della Triestina, con Tortori che dovrebbe andare a Pordenone dopo l’interessamento del Padova. Società di Lega Pro ancora più bloccate quest’anno con la riduzione da 16 a 14 del numero dei giocatori senior. Il Venezia deve anche trovare una collocazione a Pederzoli e Ferrari.Stamattina Tacopina prenderà il volo per New York e anticiperà di 24 ore la partenza del Venezia per gli Stati Uniti. In mattinata Inzaghi “limerà” la lista dei giocatori (22) che voleranno domani mattina verso Detroit con tappa intermedia a Francoforte. Chi non parteciperà alla trasferta oltreoceano rimarrà in ritiro a Sappada a lavorare con il vice allenatore Maurizio D’Angelo. Sicuri di rimanere in montagna sono gli acciaccati Garofalo e Moreo, ai quali si aggiungerà Maurizio Domizzi, che ha raggiunto ieri pomeriggio Sappada dopo aver avuto alcuni giorni di permesso per motivi familiari all’indomani del raduno di sabato scorso.

L’ALLENAMENTO

Diciannove gol al Sappada
Il primo è di Marsura

Diciannove gol con nove giocatori diversi, tanto per cominciare. Solo un dato numerico per la prima sgambata del Venezia in quota contro l’Ac Sappada (Terza Categoria campionato carnico). Il primo gol stagionale è di Davide Marsura, quando non è trascorso nemmeno un minuto, il primo della tripletta per l’attaccante di Valdobbiadene (31′ e 32′). Venezia in campo con maglie interamente nere e senza la tradizionale numerazione, vento e pioggia per l’esordio della truppa di Inzaghi e secondo tempo durato solo 35′. Tris nel primo tempo anche per Geijo (6′, 13′ e 22′), dopo l’intermezzo di Bentivoglio (17′), sono arrivate le doppiette di Fabiano (24′ e 45′) e di Pinato (30′ e 42′). Inzaghi ha schierato il 4-3-3 con Audero in porta, Zampano, Cernuto, Bruscagin e Pinato in difesa, Falzerano, Bentivoglio e Vitale a centrocampo, Fabiano, Geijo e Marsura in attacco. Squadra rivoluzionata nel secondo tempo con Vicario tra i pali, Fabris, Cernuto, Cigagna e Pinato in difesa, Acquadro, Stulac e Soligo in mezzo, Fabiano, Mlakar e Simioni in attacco. Dopo una decina di minuti Serena, Fasan e Strechie hanno preso il posto di Cernuto, Pinato e Fabiano. Quest’ultimo a segno nel secondo tempo (2′) con la terza rete personale, tripletta anche per Mlakar (4′, 10′ e 30′), vendemmia completata da Soligo (6′), Stulac (31′), un autogol (33′) del Sappada e dal giovane Fasan (35′). Russo nella ripresa ha iniziato tra i pali del Sappada, poi al 25′ si è scambiato con Vicario.

nuova150717