News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

La partita di Bibì & Bibò | Venezia FC vs Foggia

Con questo commento si chiude questa rubrica che speriamo sia stata apprezzata dai nostri lettori. “Del futur non v’è certezza”, come recita il poeta: vedremo se i nostri due commentatori si renderanno disponibili anche per il prossimo campionato di Serie B.

 

Un triplete che sfuma e una SuperCoppa che prende la via Adriatica e se ne va in quel di Puglia.

Un peccato, non che gli avversari non abbiano meritato, ma hanno ottenuto sicuramente più di quello che hanno costruito.

Una goleada al passivo a cui non eravamo certo abituati e che lascia un po’ di amaro in bocca.

Il Venezia d’altro canto gioca molto bene il primo tempo, pimpante e piacevole. Volitivi, efficaci, ariosi ma non così concreti quanto avrebbero dovuto essere.

La differenza poi la fanno i due portieri.

Vicario in giornata NO si fa uccellare sicuramente sul primo tiro dalla distanza, non certo imparabile.

Rischia subito dopo su una situazione analoga e poi capitola su un altro tiro sempre da fuori area, che forse, con un tempo di anticipo, avrebbe potuto provare ad intercettare.

Il suo omologo in almeno tre occasioni molto propizie e molto ben sviluppate soprattutto sull’asse Geijo Marsura Moreo riesce sempre a metterci quello che serve per una deviazione provvidenziale che fa sfumare un vantaggio sul quale nessuno avrebbe potuto recriminare.

Si accorcia su corner finalizzato da un ottimo colpo di testa di Geijo; ma poi in chiusura di tempo il nostro “Tegolina” si fa una bella dormitina su un passaggio filtrante dentro l’area e invece di distendersi per neutralizzarlo, rimane impappinato a guardare Mazzeo infilarla da due passi per il 3-1.

In apertura di secondo tempo si accorciano subito le distanze ancora su corner con un colpo di testa di Domizzi.

Ma poi il Foggia pensa ad addormentare la partita, a far circolare la palla e prova qualche ripartenza sempre, fortunatamente, annullata per fuorigioco.

Perché a quel punto il Venezia gioca il tutto per tutto e si butta in avanti lasciando ampi varchi agli avversari.

Così nasce il 4-2 che chiude definitivamente l’avventura di questa bella squadra.

C’è da dire che almeno tre giocatori oggi non sono stati all’altezza della sfida: di Vicario si è già detto; Bentivoglio fa una partita opaca, ma illuminante, gioca piatto e poco pimpante anche se dalle sue parti passano quasi tutti i palloni. E poi Gianni Fabiano entrato pochi minuti dopo l’inizio del 2° tempo, tanto invocato quanto insussistente. Non entra di fatto mai in partita.

Finisce quest’avventura che ci ha regalato molte soddisfazioni e che ha visto una squadra giocare, in particolare da Gennaio in poi, sempre con grande determinazione e molta concretezza.

Pochi fronzoli, un gioco non sempre divertente, ma sicuramente efficace. Che l’ha installata in testa alla classifica che non ha mai lasciato fino alla conquista della promozione in serie B.

Adesso che cala il sipario sul 2016-17 non ci resta che aspettare gli sviluppi e le mosse della società per capire quale sarà l’obiettivo del prossimo campionato.

 

le pagelle in due parole

Vicario 4 sbaglia la presa sul primo goal, e non sa chiudere sul terzo, oggi paga la lunga inattività

Zampano 7 gara di qualità con buona copertura della sua zona di competenza

Garofalo 6,5 dopo un propositivo primo tempo fatica nel secondo a trovare spazio

Modolo 6 senza grandi colpe nonostante i 4 goals subiti per errori e poca copertura dei compagni

Domizzi 6,5 come modolo con il merito del secondo goal con un bel anticipo di testa

Bentivoglio 7 si sbatte l’anima in un centrocampo leggero ed in inferiorità numerica

Soligo 6 stava facendo la sua partita e toglierlo ha agevolato il foggia

Falzerano 5,5 un goal divorato e poca capacità di coprire il campo e dare un contributo in mezzo

Moreo 6 generoso ed efficace più nel recupero che nella finalizzazione

Geijo 7,5 si danna l’anima per far alzare il baricentro, segna  con un gran inzuccata, e purtroppo in trans agonistica reagisce a qualche provocazione e viene espulso

Marsura 6,5 gran dribbling e percussioni, talvolta finalizzate male o senza lucidità

i sostituti

Fabiano 5 peccato non trovi tempi e spazio

Ferrari 5 anche lui non entra il partita

Fabris nc

Inzaghi 6 Vicario lo tradisce e si spreca troppo, nella fase decisiva non sempre aumentando gli attaccanti si crea di più.

Gli avversari 7,5 squadra solida con palleggio sicuro ed elementi di talento, tal Sarno nr 10. soffrono sui calci fermi i nostri colpi di testa, per il resto gran controllo del match.