News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

Le Maglie – Comunicato del CD di VeneziaUnited

In queste ultime 24h, dopo la presentazione ufficiale delle nuove maglie, sui social, sono esplose le polemiche. Non si è parlato tanto del “sono belle-sono brutte” che è stato uno dei refrain di sempre, ma quello che ha scatenato la discussione è stata l’apposizione del logo 110 che ricorda la nascita del primo storico Venezia nel 1907, padre della realtà attuale, al pari del Mestre fondato nel 1929. Il dibattito si incentra tutto sul mancato riconoscimento (a livello grafico) del 1987, la data che contraddistingue la fusione e la rinascita della tifoseria unita sotto le insegne di quel tempo. Non che durante il campionato che si è appena concluso questa data sia stata dimenticata o sottovalutata, anzi.

Il CD della Associazione VeneziaUnited esprime qui la sua posizione.

Il riferimento, con la cifra 110, all’anno di fondazione del Venezia – il 1907 – che compare sulle nuove maglie presentate al Fondaco dei Tedeschi ci fa piacere perchè si riferisce inequivocabilmente al passato glorioso di questa squadra.

Tuttavia ci corre l’obbligo di sottolineare che l’attuale Venezia FC porta con sè anche i titoli di una identità calcistica plurale che ha avuto il suo secondo momento fondamentale esattamente 30 anni or sono, nel 1987, quando nacque una nuova squadra che portava a sua volta con sè anche la tradizione della Mestrina nata nel 1929. L’associazione Venezia United peraltro si è fondata su questa storia e la rivendica come proprio DNA identitario. Invitiamo perciò la società a tenerne  conto e a considerare questa storia anche nella simbologia della maglia ufficiale.

Se ci è consentito vorremmo esprimere qualche riserva anche circa la combinazione cromatica delle nuove maglie che pure sono stilisticamente molto eleganti.

Auspichiamo che la soluzione adottata per questa divisa sia ancora una volta transitoria in attesa di addivenire a una soluzione definitiva che renda evidente, con delle linee classiche, lineari e paritarie i tre colori della tradizione, espressi in una maglia che diventi definitiva e simbolica di questa storia unitaria. Le logiche del Marketing non devono prevalere a scapito di un processo identitario forte e condiviso che possa tenere unita la tifoseria tutta.

Facciamo presente che dall’anno della fondazione unitaria, il 1987, non c’è mai stata una maglia definitiva di questo tipo e il pubblico e i sostenitori hanno dovuto accettare tutte le soluzioni al ribasso proposte o meglio imposte.

Da questo punto di vista il riferimento va anche a una parte dei sostenitori, quelli più accesi, che per trent’anni hanno disatteso sistematicamente la storia a cui noi facciamo riferimento presentando ostentatamente solo due dei tre colori se non anche inventandosene un quarto.

Anche a loro, nel momento in cui giustamente rivendicano come facciamo noi il rispetto cronologico della storia della squadra, chiediamo coerenza nell’uniformarsi identitariamente nella composizione dei tre colori della tradizione di cui insieme facciamo parte.