News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

Man of the Match (7a giornata): Vittorio FABRIS

VITTORIO FABRIS, UNO A CUI IL LATO LUNGO DEL CAMPO VA…CORTO

fabris

L’impressione è che a uno così il terreno di gioco vada… corto.

Vittorio Fabris il lato lungo del campo se lo beve con la rapidità del fulmine.

Pippo Inzaghi inizialmente gli ha affidato il ruolo di esterno di centrocampo, poi dovendo imprimere accelerate al fronte d’attacco lo ha passato all’ala. E, quando si è trattato di coprire l’assenza di un terzino o aggiungere punte all’attacco anemico, Fabris è stato spostato ad esterno difensivo.

La domanda che ricorre di più, per conseguenza, è: ci sarà una cosa che Speedy Gonzales di Asolo non saprà fare?

Forse la punta? Ma a Pordenone ha dimostrato che se la cava molto bene anche quando deve tentare la via del gol (grande parata del portiere friulano sul suo tiro nel primo tempo). Oppure il centrale difensivo? Ma… se i suoi anticipi non hanno avversari.

Forse il portiere? Ma… lunga vita a Facchin.

Allora si comprende perché il valore di mercato di Fabris sia stato, in estate, il più alto tra tutti gli arancioneroverdi.

Nella sfortunata serata di Pordenone gli appassionati lagunari hanno visto, per la seconda volta in questo campionato, in lui il Man of the Match arancioneroverde della partita.

Su 85 voti complessivi ha avuto la preferenza del 27% (23 voti),sul podio ancora una volta Marco Modolo (13 voti) eMaurizio Domizzi (11 voti), insieme una sicurezza per la difesa arancioneroverde.