News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

Quelle emozioni così…Magiche!

Il nostro socio Riccardo Venturini, al secolo MagicoVento, ci regala queste emozioni che volentieri condividiamo con tutti voi che avete il cuore arancioneroverde. Un cuore che per dodici lunghi anni ha battuto con orgoglio e dignità in categorie lontane dai riflettori, un cuore che lunedì sera ha vissuto emozioni che vogliamo dedicare a chi c’è stato, a chi c’è e a chi ci sarà…

Dopo circa 48 ore provo a trovare le parole…

Iniziamo dalla fine,dal fischio finale,e dalla strana emozione che ho provato,non facilmente spiegabile.
Non saltavo, non gridavo, non riuscivo a dire nulla, volevo piangere e non ci riuscivo, ho abbracciato qualche amico poi ho dovuto sedermi in silenzio, felicissimo e incredulo, e riuscivo solo a pensare “è finita, finalmente questo calvario lungo 12 anni è finito”
Le esultanze sconsiderate le avevo fatte a Parma, con il Modena e a Bassano, ma nel momento più bello la felicità non è stata manifesta ma interiore.
Sono fatto strano lo so…
Questo per quanto riguarda me, poi c’è un discorso collettivo di tifoseria.
Due cose mi hanno aperto il cuore: vedere molta gioventù, cosa fino a poco tempo fa piuttosto rara (speriamo di riuscire a fidelizzarla), e rivedere finalmente una tifoseria coloratissima, stendardi, bandiere, pezze, tutti con la sciarpa, un pope che non si vedeva così bello da tantissimi anni, una cosa bellissima….

12 anni lunghissimi, durante i quali sono successe molte cose, in cui ho conosciuto persone fantastiche che con me hanno attraversato il deserto, tra fallimenti, problemi di ogni genere, societari, di tifoseria, personali etc, in campi assurdi, a loro modo bellissimi, in cui ci siamo anche divertiti tra gioie effimere e estati angoscianti.
Dopo 3 fallimenti in 10 anni non perdere la passione e la voglia non è facile e devo ringraziare chi lo ha reso possibile ,i miei amici prima di tutto e poi chi mi ha fatto divertire quando motivi ce n’erano veramente pochi, prima ai distinti e poi in curva, perché veramente senza tutti voi e senza i bacari veneziani (Dio benedica il Pier Luigi Penzo) non so se avrei retto.
Anni a sentirmi dire “ma ti va ancora vedar el Venessia?”, a sentire la gente parlare di Champions League mentre io ero in ansia per la trasferta a Montecchio o St. Georgen ed essere pure perculato per questo.
Io lunedì sento di aver vinto molto più di una Champions, e la voglio dedicare a tutti noi che ce lo siamo molto più che meritato, a tutti noi che soli possiamo capire cosa significa per noi questa vittoria, ma soprattutto la voglio dedicare ai ragazzi giovani, come si dice a Venezia “ai sbarbai”, che a differenza nostra non hanno ricordi degli anni belli, della Morosini ancora intera e piena con le bellissime coreografie, non ricordano la vittoria sulla Juve o Cesena, loro ricordano Concordia Sagittaria e fallimenti, e spero veramente di cuore che finalmente anche loro possano avere finalmente ricordi come i nostri, se lo meritano perché chi si è appassionato a questa squadra in questi 12 anni merita un premio….

Ultima cosa, martedì mattina mentre ero seduto in cesso e guardavo il video della squadra che esultava sotto la curva…. ho finalmente pianto (l’immagine è agghiacciante ma tant’è)…FORZA UNIONE!

vfcaway2