News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

RITORNA IL MP! Ecco l’anteprima del numero speciale (CON SORPRESA) in distribuzione domani al Penzo

Quello di domenica, ultimo MP della stagione, sarà un numero speciale con alcune sorprese dedicate alla vittoria in campionato e coppa. Il programma ufficiale del match che accompagna ogni appuntamento casalingo degli arancioneroverdi (offerto come sempre da VeneziaUnited in collaborazione con VoltaPagina), è una tradizione d’oltremanica che VeneziaUnited ha importato in laguna nel 2010 e sarà in distribuzione domani allo stadio e, per chi non riuscirà ad assicurarsene una copia, nel sito all’interno della sezione FANS CLUB/Match Program.  In anteprima la classica rubrica Facciamo il punto.

VALUTAZIONI, RISTRUTTURAZIONI, COSTI, CONTRIBUTI E SCALATE IMMEDIATE

R_09_COPERTINAE dopo la promozione è arrivata anche la Coppa Italia di Lega Pro.

Manca ancora l’ultimo trofeo in palio per quest’anno e sarà un vero anticipo di Serie B visto che al desco della Supercoppa si siederanno Foggia, Venezia FC e una tra Cremonese e Alessandria.

Nomi nobili nel calcio e squadre molto forti in campo.

Un antipasto che comincerà a mettere a fuoco alcuni aspetti tecnici indicativi per il campionato maggiore.

Quello che si può evidenziare, al momento, è la valutazione che Transfermarkt consente di monitorare con l’autorevolezza della statistica e non delle sole idee (parametrazioni di rendimento individuale e valutazione dell’età dei singoli giocatori di ogni squadra).

Allo stato attuale (domenica scorsa) per Transfermarkt il Venezia FC vale milioni 5,20 con uno stadio della capienza di 7.500 spettatori.

Per fare un raffronto con una attuale squadra di Serie B di medio livello vediamo, ad esempio, la Pro Vercelli. Il valore della rosa piemontese, per Transfermarkt, è di milioni 8,68 con uno stadio della capienza di 5.500 spettatori.

La Spal, attuale capolista di B, ha un valore della rosa pari a milioni 11,85 con capienza stadio di 8.500 spettatori.

Chiaro che l’Unione, a luglio, dovrà fronteggiare uno sforzo economico attorno al doppio dell’attuale, anche senza pretendere di gareggiare fin da subito per la promozione.

A tale proposito che non sia da ripensare al discorso di tentare immediatamente la strada della promozione immediata in A, anche se lo stadio nuovo è ancora lontano?

Una volta avviato il progetto stadio non si potrebbe eventualmente pensare ad una soluzione tampone con particolare deroga (vedi Frosinone dell’anno scorso) e riportare il Penzo ad una capienza superiore ai 10.000 con tutte le migliorie che si devono fare già dal prossimo giugno e che vanno bene anche in Serie A?

Per fare questo non ci sono problemi di spazi (le tante parti di tribune demolite), si possono anche noleggiare strutture prefabbricate per 3/4000 posti.

Sarebbero soldi buttati, in attesa del nuovo stadio? Apparentemente sì, ma andare in Serie A immediatamente consentirebbe di accedere a ripartizione fondi di Lega con decorrenza altrettanto immediata e anticipata rispetto al preventivato. Con un saldo utile di notevole rilievo.

Certo che bisognerebbe allestire squadra ben più costosa dell’ipotizzato. Ma a come far tornare tutto e bene ci pensa Giorgio Perinetti. Ed è la maggiore garanzia.