News da VeneziaUnited

Tutto quello che c'è da sapere sul Venezia Football Club raccontato da VeneziaUnited

Un arancioneroverde a Paris: diario semiserio da Euro 2016 (1)

n Francia, oltre a attempati “once were hooligans” in declino e nuovi nerboruti “free fighters” est-europei, c’è anche un pericolosissimo supporter arancioneroverde, il nostro segretario Bruno Agazia. Quello che leggete di seguito è il suo personale racconto dell’inaspettata vittoria azzurra contro i favoritissimi belgi:

CANTANDO SOTTO LA PIOGGIA

Partito tra i lazzi e gli ammiccamenti degli amici (“ma che ci vai a fare in Francia co sta squadra?”) Il vostro inviato arancioneroverde agli europei si trova improvvisamente al centro di una nuova (forse) epica impresa degli Azzurri. I colori arancioneroverdi sono stati portati a Lione da Bruno TheDoc.

euro16bruno

Nel giorno prepartita clima di festa tra le vie della splendida città del sud della Francia lontana anni luce dalle vergogne di Marsiglia. I circa 30 mila belgi sicuri del loro rango calcistico cantano e bevono con (quasi) moderazione vestiti per lo più da diavoli con relativi forconi di plastica. Italiani pochi (circa 1 a 10) verranno fuori solo in serata allo stadio, con simpatiche rappresentanze dell’Ascoli e della Pistoiese che alla parola Venezia ci abbracciano.

euro16belgi

Prima della partita dopo forte acquazzone (non bufera!) la perfetta organizzazione subisce un fiero colpo con acqua alta nel bordo campo riservato a fotografi e TV (vedi foto) sotto gli occhi esperti di presunti gondolieri, almeno nei vestiti.

euro2016acqualta

La partita l’avete vista (difesa juventina di ferro!) e saggio controgolpe, aiutati da San Gigi e dai due mori del Belgio che se ne mangiano due da fucilazione (pardon, ghigliottina!). La serata finisce in gloria, i tifosi riemergono (antica arte italiana di salire sul carro del vincitore..) ed il lunghissimo ritorno nelle navette per il centro (ma lo stadio dell O.L. non potevano farlo un po più in la…) è dolce.

Avanti, verso Tolosa!