Il 26 giugno del 1987 era un venerdì. Quel giorno le assemblee delle due società, il Venezia neroverde ed il Mestre arancionero, ratificando la fusione, celebrarono la nascita del Venezia-Mestre. Grandi polemiche accompagnarono la decisione, polemiche che pochi mesi dopo alla prova dei fatti, nelle prime uscite della nuova squadra arancioneroverde, dovettero dividere lo spazio con il grande entusiasmo di una tifoseria in costruzione. Di quelle giornate storiche ciascun tifoso ha un suo ricordo, un suo punto di vista personale. Quello che è innegabile è che la fusione ha cambiato per sempre il calcio cittdino, unendone le due maggiori famiglie in un matrimonio che se per alcuni era di interesse, per molti altri, i tifosi, diventò una vera e grande passione. Non è un caso che oggi, finalmente, l’attuale club arancioneroverde celebri nel suo nome l’Unione, momento cardine della propria identità sportiva. Non possiamo che augurarci che d’ora in avanti l’identità sia inclusiva e condivisa e che la storia possa unire tutti, senza più barriere, sotto la comune bandiera arancioneroverde del FBC Unione Venezia.

Share and Enjoy:
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • email
  • Identi.ca
  • LinkedIn
  • Live
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Twitter
  • Wikio IT

Comments are closed.